“I venti saranno piuttosto sportivi”, ha osservato lo sviluppatore di AirCam, Phil Lockwoodcome lui e Robert Mayer e il team di AirCam ha finalizzato gli accordi per un altro volo, questo per Jekyll Island (09J).

Una famiglia che vola insieme. Il figlio Ian, papà Phil e la mamma Tisha sono volati a Jekyll Island in una AirCam a tre posti. L’unica sfida? Sono tutti piloti. Chi può fare il volo? Foto di Ian Lockwood

L’unica pista vicino all’isola del resort aveva una previsione di vento al traverso per il giorno dell’arrivo. Quando proviene da est, l’aria precipita oltre il limite degli alberi per disturbare un avvicinamento regolare. L’aria era davvero “sportiva”.

Sono un appassionato di AirCam anche se non ne possiedo uno. Ho guadagnato la mia valutazione multimotore in una AirCam alcuni anni fa e coglierò ogni occasione per pilotarne una.

Numerazione 300 AirCam
(…sono 600 motori Rotax!)

Molti di voi ormai conoscono la storia. AirCam è stato inizialmente sviluppato per volare National Geographic fotografi che cercano di documentare la natura in Namibia. Da quello che posso dire, l’intero paese sembra essere una giungla enorme e fitta. Dove atterrerai?

Phil in soccorso. Dopo aver costruito Drifters per anni, Phil aveva un piano per realizzare ciò di cui i fotografi avevano bisogno per la bellissima ma piuttosto primitiva nazione africana. Ha progettato un potente aeroplano bimotore che potrebbe decollare da un campo minuscolo e potrebbe posizionare un fotografo a sei piedi davanti al bordo d’attacco con un enorme campo visivo senza ostacoli.

Una AirCam a tre posti con custodia completa.

Il piano ha funzionato perfettamente, ma poi è successa una cosa divertente.

I piloti continuavano a dire che ne volevano uno per sé. Phil e il suo staff li hanno accontentati e hanno costantemente migliorato la macchina fino ad oggi, 300 di loro volano negli Stati Uniti e nel mondo. Raramente vedrai un sorriso più grande di quello di un pilota che ha appena fatto atterrare un AirCam.

Mentre alcuni piloti di AirCam hanno scelto di evitare i dossi a Jekyll il giorno dell’arrivo, volando a pochi minuti a nord verso l’aeroporto di St. Simons (SSI) con una pista rivolta contro vento, tutte le AirCam sono tornate a Jekyll il giorno successivo. Persino quella prima sera, alcuni di noi hanno osservato l’accensione dei fari di atterraggio quando Ian e Robert ne hanno portati in aereo un paio da St. Simons dopo il tramonto.

AirCam #1 che vola in Congo. Vedi qualche area di atterraggio? La potenza proveniva da due Rotax 582. L’aereo si è evoluto in modo significativo da allora.

Dato che era fine maggio… dato che eravamo nel caldo sud… e dato che è quasi estate, molte delle AirCam erano montate su carri anfibi. Beh perchè no?

Con Twin Rotax 912 (anche 915 sono stati montati), AirCam può sollevare l’acqua anche con gli anfibi dopo un flusso d’acqua molto breve e breve. Considerando che un AirCam è in grado di decollare da terra con un solo motore (sconsigliato, ovviamente!), saltare dall’acqua con entrambi i motori completamente accesi è esaltante.

Alla guida del suo gregge

Alla guida di un branco di AirCam dalla Florida, Phil ha gestito la navigazione e le comunicazioni dal sedile centrale, mentre il figlio Ian è volato davanti e la moglie Tisha ha individuato il traffico dal sedile di poppa. Come hanno deciso che i posti a sedere devono essere un segreto di Stato poiché tutti e tre sono piloti.

Robert Meyer ha controllato un pilota che si preparava a pilotare questa AirCam anfibia.

I Lockwood volavano in posti a sedere in tandem – uno dietro l’altro – in un AirCam di terza generazione o “Gen 3” con la custodia a conchiglia (foto). Occupando il sedile di poppa, Tisha ha riferito di abbondanza di spazio. AirCam potrebbe non sembrare, ma l’aereo è sorprendentemente spazioso.

Utilizzando l’intera pista

Torniamo all’aria “sportiva” di Phil. La sua previsione non era un eufemismo. Il mio volo da Spruce Creek vicino a Daytona Beach, in Florida, a Jekyll è durato solo un’ora. Abbiamo sorvolato l’oceano (a una distanza di facile planata dalla riva) dove era liscio e senza sforzo. Tuttavia, una volta che siamo arrivati ​​vicino a Jekyll e siamo scesi a un’altitudine di modello, la turbolenza meccanica dell’aria che si riversava sull’isola piena di alberi ha aggiunto molti sobbalzi all’aria.

“Non mi sento così male”, ho detto a Randee. “Penso che un atterraggio sia fattibile.”

Una volta scesi sotto i 300 piedi, quell’aria rafficata ha reso l’approccio finale come un giro sulle montagne russe. Woo-hoo!

Ho deciso di mantenere la mia velocità e di lasciare i flap retratti per facilitare un’interruzione se si fosse rivelato troppo agitato. Ero pronto a usare la maggior parte della pista lunga e lastricata… e l’ho fatto. Eppure siamo scesi. Abbiamo volato in un Van’s RV-12 a cui ho accesso e, come tutti i camper, la manovrabilità è superba. Ero sicuro che non avrei perso l’autorità di controllo.

Con alcune ore registrate in AirCam, penso che avrebbe potuto gestire i venti, ma una tale decisione riguarda l’abilità e l’esperienza del pilota, non l’aereo o i suoi controlli. Phil prese una decisione prudente di guidare la sua formazione per altre quattro miglia fino a St. Simons. Non solo la pista era meglio orientata al vento, ma l’area dell’aeroporto è più aperta con pochi ostacoli nelle vicinanze.

Con lo svolgersi del fine settimana, i venti si sono calmati e Jekyll ha dimostrato di avere un posto come sempre. Ti dico una cosa: queste persone di AirCam sanno dove portare i loro potenti uccelli per divertirsi. Scopri molto di più su AirCam: forse puoi unirti alla prossima uscita.


In questo video, esperto di LSA John Hurst descrive la sua esperienza di pilotaggio di un AirCam con due motori a iniezione di carburante 912iS da Sebring, in Florida, a Oshkosh, nel Wisconsin.