Claude Gillard – Il re dell’aria

Claude Gillard, ex presidente dell’IPC e poi Presidente d’Onore, è purtroppo deceduto lunedì 3 agosto alla veneranda età di 92 anni.

Ha servito il paracadutismo per molti anni sia nel suo paese d’origine, l’Australia che a livello internazionale, sia come concorrente che come politico sportivo.

È nato a Melbourne nel marzo 1928. Ha scoperto il paracadutismo nella 2 Commando Company of Citizens Military Forces, guadagnandosi le ali di paracadutismo nel 1959. Quello è stato l’inizio di una straordinaria carriera che dura da più di 5 decenni.

Ha eseguito molti primati in tutti i campi, record, sicurezza, sviluppo e competizione.

Era su un record di salto in alta quota da 23600 piedi nel 1961, faceva parte del primo passaggio di testimone in Australia nel 1962 e ha ottenuto un record di passaggio di testimone da 6 uomini nel 1964. È stato un concorrente di successo di stile e precisione. Ha scritto il primo manuale australiano per istruttori di paracadute, ha sviluppato corsi per istruttori e altro ancora.

In qualità di innovatore di rigger e attrezzature, fondò Southern Cross Parachutes e diede il suo nome al baldacchino Gilstar. È stato responsabile dell’introduzione del sistema piggyback in Australia e ha introdotto il primo baldacchino Ram Air.

È stato coinvolto nell’Australian Parachute Federation sin dall’inizio e ne è diventato il 5° Presidente nel 1966. Ha ricoperto molti ruoli nel corso degli anni, tra cui National Safety Officer, National Coach e Direttore Esecutivo. È stato determinante anche nella ristrutturazione della NAC australiana.

Non so in quale anno partecipò per la prima volta a una riunione dell’IPC (ora ISC), ma era intorno alla fine degli anni Sessanta. Divenuto giudice internazionale nel 1968, ha prestato servizio in numerose occasioni come giurato agli eventi FAI di prima categoria. È diventato presidente dell’IPC nel 1994 e ha ricoperto quel ruolo per 5 anni. Era anche un membro appassionato dell’International Order of Bastards (IOB), un gruppo di lobby che beveva birra che ha generato molto divertimento alle riunioni dell’IPC. Quel gruppo è gradualmente scomparso alla fine degli anni Novanta, sopravvivendo solo poco dopo la fine del mandato di Claude.

Il suo acume politico è stato ben riconosciuto e i suoi stretti legami con la Thailandia e altri paesi dell’Estremo Oriente hanno contribuito a sviluppare il paracadutismo sportivo e l’adesione alla FAI in quella parte del mondo. Oltre a diventare Presidente d’Onore dell’IPC, è stato nominato FAI Companion of Honor nel 2003 ed è stato inserito nell’International Skydiving Museum Hall of Fame nel 2012.

La sua eredità rimarrà a lungo così come, per coloro che l’hanno ascoltata, la sua frequente interpretazione della canzone “King of the Air”.
Cieli blu Claude… RIP

Gillian Rayner con gratitudine all’APF e in particolare a Kelly Brennan per il suo prezioso contributo.

Il funerale di Claude si svolgerà il 10 agosto alle 14:00 (6:00 CEST – mezzanotte EDT) e sarà trasmesso in diretta streaming. Link su richiesta da APF (apf@apf.cm.au)