Cresce la speculazione sulla causa di un “disastro ambientale” in Germania e Polonia, a seguito di una morte di massa di pesci nel fiume Oder.

Alla fine di luglio migliaia di pesci senza vita hanno iniziato a lavarsi sulle rive del fiume Oder, che corre lungo i confini della Germania e della Polonia.

Da allora, i funzionari hanno cercato di determinare la causa della morte di massa, che secondo loro richiederà anni per riprendersi poiché il fiume è stato danneggiato così gravemente.

I test di laboratorio sulla fonte del disastro non hanno rilevato mercurio, ha affermato sabato il ministro dell’ambiente polacco.

Le autorità ritengono che il pesce sia stato probabilmente avvelenato.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha dichiarato venerdì che “enormi quantità di rifiuti chimici” sono state probabilmente scaricate nel secondo fiume più lungo del suo paese.

Ha promesso di fare tutto il possibile per limitare la devastazione ambientale, con il ministro degli interni polacco che in seguito ha offerto una ricompensa di 1 milione di zloty ($ 200.000) a chiunque avesse informazioni su chi era responsabile dell’inquinamento del fiume.

Anna Moskwa, ministro del clima e dell’ambiente, ha affermato che le analisi dei campioni di fiume prelevati sia in Polonia che in Germania hanno rivelato livelli elevati di sale.

In Polonia sono ancora in corso studi tossicologici completi, ha affermato.

Scrivendo su Twitter, Moskwa ha affermato che i risultati dei test trasmessi dalla Germania non avevano finora mostrato un’elevata presenza di mercurio.

La morte del pesce è “atipica”, ha affermato Axel Vogel, ministro dell’Ambiente per lo stato tedesco del Brandeburgo, stimando che probabilmente “tonnellate” di pesci sono già morte.

“L’entità della morte del pesce è scioccante. Questo è un duro colpo per l’Oder in quanto corso d’acqua di grande valore ecologico, dal quale presumibilmente non si riprenderà per molto tempo”, ha affermato.

Le morie dei pesci sono spesso causate dalla distorsione dei livelli di ossigeno quando il livello dell’acqua è troppo basso. È il caso della Germania e della Polonia, nel mezzo della storica siccità che attanaglia l’Europa.

“Ma abbiamo notato un aumento del livello di ossigeno per diversi giorni, il che indica che una sostanza estranea è stata introdotta e ha causato tutto questo”, ha affermato Vogel.

Michel Tautenhahn, vice capo del Parco nazionale tedesco della valle dell’Oder, ha affermato che nel disastro sono stati coinvolti più di semplici pesci.

“Sono profondamente scioccato”, ha detto ai giornalisti. “Mi sembra di vedere decenni di lavoro rovinati… L’acqua è la nostra vita.”

Tautenhahn ha detto che anche una miriade di altri animali marini, come le cozze, aveva ceduto.

“I pesci sono]solo la punta dell’iceberg”, ha detto.

L’Oder è stato considerato per molti anni un fiume relativamente pulito, che ospita circa 40 specie di pesci.

In Polonia, le autorità sono state accusate di una reazione lenta, dopo che sono emerse notizie di un numero enorme di pesci morti che si trascinavano a riva.

Due funzionari polacchi sono stati licenziati per quello che il primo ministro del paese ha descritto come un ritardo nella loro risposta.

“Se giungo alla conclusione che c’è stata una grave violazione dei doveri, si trarranno ulteriori conseguenze”, ha detto.

“Per me, però, la cosa più importante è affrontare al più presto questo disastro ecologico, perché la natura è il nostro patrimonio comune. È un bene nazionale”, ha detto Morawiecki.