La celebrazione del 70° anniversario della fondazione della Repubblica popolare cinese all’inizio di questo mese ha promesso grande sfarzo e proiezione di potere. Nei giorni che hanno preceduto la grandiosa parata attraverso Piazza Tienanmen a Pechino, i cittadini cinesi hanno iniziato a condividere foto di veicoli ricoperti da telo e missili lanciati su Pechino per le prove.

L’evento del 1 ottobre non ha deluso. L’Esercito popolare di liberazione ha presentato nuovissimi droni high-tech, sottomarini robot e missili ipersonici, nessuno dei quali ha un equivalente in servizio operativo in altre parti del pianeta.

La rapida modernizzazione della Cina sta costringendo sempre più il Pentagono ad affrontare la sclerosi nella propria pipeline di approvvigionamento derivante dal cambiamento degli obiettivi del programma, dal superamento dei costi endemici e dai ritardi. Nonostante abbia iniziato tecnologicamente molto indietro rispetto agli Stati Uniti, la Cina ha sviluppato nuovi sistemi più velocemente ed a basso costo.

Lo stanno facendo per contrastare l’influenza americana nell’Asia orientale, il che significa che le navi e le basi statunitensi nella regione sono vulnerabili ai sistemi d’arma avanzati in modi che non erano solo un decennio prima. Ci sono alcune lezioni in questo per il Pentagono e devono essere apprese rapidamente.

Dopo essere rimasta indietro negli anni ’60 e ’70, la spesa militare cinese è aumentata di pari passo con la straordinaria crescita economica iniziata negli anni ’80 e negli ultimi anni ha superato l’economia in generale, crescendo del 7,5% nel 2019. Inoltre, la Cina ha preso scorciatoie acquisendo tecnologia dall’estero. A volte, ciò comportava l’importazione di tecnologia da Francia, Russia e Israele e il reverse engineering dei componenti. Ma anche lo spionaggio industriale ha svolto un ruolo importante, compreso l’hacking che ha rubato progetti per caccia stealth F-22 e F-35 e missili da crociera top secret della Marina.

Gli scienziati cinesi stanno conducendo ricerche all’avanguardia su radar quantistico, rilevamento sottomarino basato su laser, pistole laser portatili progettate per accecare o bruciare e teletrasporto di particelle con applicazioni per comunicazioni e crittografia.

Sebastian Roblin

scrittore

Ma la recente parata mostra che è sbagliato presumere che non ci siano innovazioni in atto. Gli scienziati cinesi stanno conducendo ricerche all’avanguardia su radar quantistico, rilevamento sottomarino basato su laser, pistole laser portatili progettate per accecare o bruciare e teletrasporto di particelle con applicazioni per comunicazioni e crittografia. La Cina è ancora indietro nella progettazione dei motori a reazione e nell’invisibilità acustica dei sottomarini, ma è avanzata in termini di radar, jammer e reti digitali.

Oltre ai nuovi oggetti mostrati nella parata, la Cina nell’ultimo anno ha anche messo in campo la sua prima portaerei interamente costruita in casa, la sua prima portaerei da atterraggio anfibia, nuovi radar basati su portaerei e aerei di disturbo e un carro leggero all’avanguardia per l’uso nell’Himalaya, mentre sviluppava un avanzato bombardiere stealth a lungo raggio.

I sistemi d’arma svelati questo mese includono l’accattivante drone stealth “Sharp Sword” a forma di manta con due baie interne che potrebbero essere utilizzate per trasportare armi. Sebbene la Russia, gli Stati Uniti e l’Europa abbiano sviluppato prototipi di droni d’attacco stealth, nessuno ne ha apertamente operativi.

Il drone supersonico DR-8 dall’aspetto ancora più esotico in mostra è stato progettato per il rilascio da un altro aereo al fine di effettuare missioni di spionaggio ultraveloci per determinare se gli esclusivi missili anti-nave cinesi sono riusciti a colpire i loro obiettivi.

Forse ancora più preoccupante era la prossima generazione di missili in vista. I nuovi missili ipersonici cinesi – che viaggiano più velocemente di un miglio al secondo ma hanno traiettorie più piatte rispetto ai missili balistici ad alto arco – raggiungeranno i loro obiettivi più velocemente e saranno più difficili da rintracciare e abbattere. Mentre la Russia e gli Stati Uniti stanno sviluppando armi ipersoniche, nessuna delle due ha armi terrestri in servizio.

Il bizzarro missile DF-17, ad esempio, ha una portata di oltre mille miglia ma può atterrare a pochi metri dai suoi bersagli. I DF-17 potrebbero colpire le basi statunitensi in Giappone e Corea in pochi minuti dal lancio, distruggendo centri di comando e aerei da guerra parcheggiati. La Cina ha anche lanciato un nuovo missile ipersonico DF-100 avvolto nel mistero, ma presumibilmente progettato per affondare grandi navi da guerra da oltre 1.000 miglia di distanza.

Il pezzo forte è stata la rivelazione di due grandi veicoli subacquei senza pilota HSU-001: sottomarini spia robot progettati per pattugliare le profondità senza la direzione umana, poiché un sottomarino può viaggiare più veloce, più profondo e più silenzioso quando non deve fornire supporto vitale per i membri dell’equipaggio umano. Gli Stati Uniti hanno appena assegnato il contratto per costruire i propri sottomarini autonomi a lungo raggio.

Le nuove capacità militari della Cina sono adattate ai suoi piani per diventare la potenza militare dominante in Asia e nella metà occidentale del Pacifico. Confortevolmente surclassando vicini come l’India e il Giappone. Dopo aver affrontato l’invasione via mare durante le guerre dell’oppio e la seconda guerra mondiale, Pechino vede le navi da guerra e gli aerei statunitensi che operano dalle basi in Giappone, Corea del Sud, Singapore, Filippine e Guam come la principale minaccia militare.

Al contrario, gli Stati Uniti si trovano in un ambiente strategico diverso. È fiancheggiato da due oceani senza nemici nelle vicinanze, e quindi fa affidamento sulla forza aerea e marittima per esercitare la forza all’estero. Inoltre, fino a luglio 2019 ha aderito al trattato INF con la Russia per la limitazione dei missili terrestri.

Tuttavia, gli Stati Uniti non si sono fatti alcun favore con un processo lento, burocratico e politicizzato per sviluppare nuove capacità. Il Pentagono ha impiegato più di due decenni e più di 55 miliardi di dollari per sviluppare il jet stealth F-35 prima che il costo di acquisto venisse conteggiato. Il numero di ordini della Littoral Combat Ship e del cacciatorpediniere stealth Zumwalt della Marina sono stati entrambi drasticamente ridimensionati dopo aver fallito nel mantenere le loro promesse. L’esercito ha speso 19 miliardi di dollari in due tentativi di sostituire i suoi veicoli da combattimento Bradley senza risultato.

D’altra parte, anche l’approccio cinese deve affrontare delle insidie. I nuovi sistemi possono essere messi in servizio di corsa prima che siano stati testati a fondo o privi di componenti critici. Molti dei nuovi caccia a reazione cinesi soffrono di alti tassi di incidenti e si accontentano di motori tampone importati dalla Russia, poiché gli ingegneri cinesi lottano per far funzionare i loro turbofan costruiti in casa a livelli accettabili.

È anche importante mantenere una prospettiva su ciò che la Cina ha ottenuto. L’Esercito popolare di liberazione sta giocando un enorme gioco di recupero con gli Stati Uniti e non prevede di raggiungere la parità con l’esercito statunitense fino al 2050. Il budget militare ufficiale cinese di 177,5 miliardi di dollari per il 2018 è circa un quarto dei 693 miliardi di dollari stimati dagli Stati Uniti budget (sebbene alcuni stimino che la cifra reale superi i 200 miliardi di dollari).

Né la modernizzazione militare è equamente distribuita. Circa un terzo degli aerei da combattimento e dei carri armati del PLA sono di design degli anni ’50. Inoltre, l’EPL non combatte una guerra dal 1979 e la sua leadership è dolorosamente consapevole che la formazione e la dottrina devono essere riviste.

A causa di contesti sociali, economici e politici profondamente diversi, l’America non può eguagliare del tutto la velocità e il costo del rafforzamento della difesa cinese.

Sebastian Roblin

scrittore

Tuttavia, il Pentagono sta ora cercando di acquistare in modo più rapido e intelligente, riducendo al contempo i finanziamenti per i sistemi datati. La Marina sta procedendo con i piani per le navi da guerra dei droni e una fregata pesantemente armata. L’esercito ha un piano di modernizzazione in sei punti che include nuove difese aeree a corto raggio, missili e un veicolo corazzato sostitutivo Bradley che può opzionalmente funzionare senza un equipaggio umano a bordo.

Il nuovo approccio agile significa adottare rapidamente soluzioni pronte all’uso per soddisfare esigenze urgenti, piuttosto che sviluppare super-armi da zero con le capacità del coltellino svizzero. Anche gli aggiornamenti software possono essere accelerati rimuovendo la burocrazia.

La tendenza a favorire soluzioni rapide e pratiche alle esigenze operative piuttosto che armi miracolose che impiegano decenni per essere prodotte segna un cambiamento positivo, soprattutto considerando il cambiamento epocale tecnologico che si sta verificando a causa della proliferazione di sistemi senza pilota e di lunga durata. missili di precisione a portata.

A causa di contesti sociali, economici e politici profondamente diversi, l’America non può eguagliare del tutto la velocità e il costo del rafforzamento della difesa cinese, in particolare perché la Cina può concentrarsi più facilmente sulla proiezione del potere su distanze regionali, non globali. Ma gli Stati Uniti possono ancora imparare alcune lezioni dalla loro nuova superpotenza rivale rimanendo fedeli ai loro punti di forza unici.

  • Sebastian Roblin scrive sugli aspetti tecnici e storici della sicurezza internazionale e del conflitto per pubblicazioni tra cui The National Interest e War is Boring.

Questo pezzo è stato pubblicato per la prima volta da NBC Think.

____________

Sei un esperto riconosciuto nel tuo campo? Noi di Euronews crediamo che tutte le opinioni contino. Contattaci a view@euronews.com per inviare presentazioni o contributi ed essere parte della conversazione.