Nuovi simboli standardizzati sulle carte aeroportuali e sui diagrammi che evidenziano potenziali punti caldi per incursioni di superficie sbagliate sono iniziati con il ciclo delle carte nautiche del 19 maggio.

“Dopo aver esaminato i diagrammi aeroportuali e aver lavorato con la comunità pilota e le parti interessate del settore, abbiamo stabilito la necessità di standardizzare la simbologia degli hotspot in tre forme con significati distinti”, ha affermato Raymond German, Jr., manager del FAA Eastern Service Area Runway Safety Team.

Con il ciclo di mappatura del 19 maggio, cerchi o ellissi denotano aree su un aeroporto a rischio di incursioni sulla pista, comprese aree di attesa brevi, layout complicati delle vie di rullaggio e porzioni della superficie dell’aeroporto fuori dalla vista dei controllori della torre.

I cilindri indicano le aree in cui i piloti hanno tentato di atterrare o partire dalla superficie dell’aeroporto sbagliata.

Inoltre, secondo i funzionari della FAA, gli avvisi di allerta di arrivo (AAN), che si trovano nel supplemento alla carta, forniranno una guida grafica “dalla cabina di pilotaggio” per 11 aeroporti con un numero elevato di eventi di superficie errati.

“Questi AAN sono progettati per la consapevolezza della situazione”, ha affermato Christine Madden, responsabile del programma di sicurezza delle piste della FAA. “Se c’è una forma cilindrica alla fine di una pista o di una pista di rullaggio, ciò indica una storia o un potenziale di confusione sulla pista relativa alle operazioni di partenza o avvicinamento e atterraggio”.

Dal 2017, la FAA ha registrato più di 1.300 incidenti di un aeromobile che atterra sulla pista sbagliata, su una pista di rullaggio o nell’aeroporto sbagliato. Più dell’80% di questi incidenti ha coinvolto aerei dell’aviazione generale, riferiscono i funzionari della FAA.

Anche le partenze di superficie errate sono una preoccupazione significativa, con oltre 275 incidenti registrati negli ultimi cinque anni, l’83% che ha coinvolto aeromobili GA.

Una corretta comunicazione tra i piloti e l’ATC è la chiave per ridurre la possibilità di un evento di superficie sbagliato, ha aggiunto Bridget Singratanakul, rappresentante nazionale per la sicurezza delle piste per la National Air Traffic Controllers Association.

“Assicurati di rileggere l’assegnazione corretta della pista, non solo alla finale, ma anche alle partenze e alle assegnazioni brevi”, ha detto. “Ho visto troppi eventi in passato in cui il controllore del traffico aereo e il pilota non erano necessariamente sulla stessa pagina. Siamo lì per aiutare”.

Secondo Alex Gertsen, direttore degli aeroporti e delle infrastrutture di terra della National Business Aviation Association, l’aviazione d’affari potrebbe essere particolarmente suscettibile a eventi di superficie sbagliati dato il mix del settore di equipaggi con uno e due piloti e il suo uso frequente di una varietà di aeroporti diversi.

È fondamentale che i piloti utilizzino tutti gli strumenti a loro disposizione per evitare tali incidenti, ha affermato.

“Fai riferimento al localizzatore o alla guida di avvicinamento RNAV alla pista assegnata, così come al display della linea centrale estesa del tuo bagaglio di volo elettronico, per migliorare la tua consapevolezza della situazione in condizioni visive”, ha affermato Gertsen, che funge da co-presidente del settore per il Surface Safety Group che ha sviluppato queste risorse. “Allo stesso modo, i piloti dovrebbero fare riferimento ai diagrammi aeroportuali e alle visualizzazioni delle mappe mobili per confermare la loro posizione ed evitare incursioni in pista e partenze errate in superficie”.