Migliaia di persone hanno invaso sabato la città natale della defunta star della musica country brasiliana Marilia Mendonca, rendendo un tributo emotivo all’amata cantante del dolore e alle donne forti dopo essere stata uccisa in un incidente aereo all’età di 26 anni.

Mendonca, una superstar della musica brasiliana “sertanejo”, vincitrice di un Grammy latino, è morta venerdì con altre quattro persone quando un piccolo aereo che la trasportava a un concerto si è schiantato nello stato sud-orientale del Minas Gerais.

Il suo corpo è stato trasportato in aereo sabato nella città centrale di Goiania, la sua casa, dove un’enorme folla di fan sconvolti si è messa in fila per passare davanti alla sua bara rivestita di bianco prima che fosse sepolta.

Nota per la sua voce slanciata e le canzoni strazianti, Mendonca è riuscita a irrompere in una scena musicale country a lungo dominata da uomini e machismo. Era una figura di spicco in un nascente sottogenere noto come “feminejo”, o musica sertanejo delle donne.