La squadra di calcio tedesca di Colonia ha chiesto l’esclusione delle squadre bielorusse dalle competizioni europee a causa del sostegno del Paese alla Russia nella sua guerra in corso contro l’Ucraina.

Il club della Bundesliga detto giovedì che aveva scritto alla UEFA chiedendo di aggiungere i club bielorussi al divieto delle squadre russe e stava raccogliendo il sostegno di altri club.

Il Colonia giocherà i playoff per un posto nella fase a gironi della UEFA Europa Conference League. I club bielorussi BATE Borisov, Gomel, Shakhtyor Soligorsk e Dinamo Minsk sono potenziali avversari.

Il Colonia ha detto che “chiede alla UEFA di intraprendere un’azione decisiva e di rimuovere le squadre dalla competizione” a causa della “situazione politica e del sostegno alla Russia da parte del governo bielorusso nell’invasione dell’Ucraina”.

Il club ha affermato di condannare fermamente “la vicinanza apertamente comunicata del governo bielorusso alla Russia, nonché il comportamento associato alla guerra in Ucraina” e ha incoraggiato i suoi membri a sostenere il suo appello per l’esclusione dei club.

La Bielorussia è uno stretto alleato della Russia e ha permesso alle forze del paese di usare il suo territorio per attaccare l’Ucraina. La Russia ha utilizzato esercitazioni militari congiunte con la Bielorussia come pretesto per posizionare le sue truppe vicino al confine ucraino, prima che a febbraio avanzassero su Kiev da nord.

La UEFA l’ha già fatto ha cacciato i club e le nazionali russe da tutti i suoi eventi, una decisione confermata la scorsa settimana presso la Corte Arbitrale dello Sport. La UEFA ha consentito alle squadre bielorusse di continuare a giocare, purché le partite siano ospitate fuori dalla Bielorussia senza pubblico.

Il Colonia non ha detto cosa avrebbe fatto se fosse stato pareggiato contro una squadra bielorussa.