NUOVA DELHI: il regolatore dell’aviazione DGCA ha annullato la licenza di volo di un pilota senior della compagnia aerea privata SpiceJet a causa della sua ripetuta mancata approvazione del test alcolico obbligatorio.

Il permesso di volo di uno dei comandanti SpiceJet Boeing 737 è stato annullato poiché è risultato positivo per tre volte ai test dell’analizzatore del respiro, ha detto stasera un alto funzionario della DGCA.

“Il comandante del volo SpiceJet SG 114 è stato rilevato BA positivo per la terza volta l’11 luglio, con conseguente cancellazione della sua licenza di pilota di trasporto aereo (ATPL)”, ha affermato il funzionario.

Il portavoce di SpiceJet non era disponibile per commenti.

La regola 24 delle regole dell’aeromobile vieta ai membri dell’equipaggio di assumere qualsiasi bevanda alcolica 12 ore prima dell’inizio del volo ed è obbligatorio per lui o lei sottoporsi a un test alcolico sia prima che dopo aver effettuato un volo.

Qualsiasi membro dell’equipaggio che risulti positivo al controllo medico pre-volo o si rifiuti di sottoporsi a un test dell’analizzatore del respiro deve essere sospeso dal servizio di volo per almeno quattro settimane e la compagnia aerea è tenuta ad avviare procedimenti disciplinari.

Mentre l’azione contro l’equipaggio trovata alta per la prima volta sul lavoro resta sospesa per tre mesi, quella per i reati successivi è stata attenuata. Le regole attuali dicono che una licenza di pilota sarà annullata in caso di una terza violazione.