Alla polizia nel Regno Unito verranno conferiti nuovi poteri per contrastare l’uso illegale dei droni. Segue il caos del mese scorso dopo che gli avvistamenti hanno paralizzato il secondo aeroporto più trafficato della Gran Bretagna.

La zona di esclusione sarà ora estesa all’attuale zona di traffico aereo intorno agli aeroporti, con un raggio di circa 5 km. Mettere in pericolo la sicurezza di un aeromobile è un reato penale che può comportare una pena detentiva fino a cinque anni.

Le modifiche annunciate dal ministro dei trasporti, Chris Grayling, seguono l’interruzione pre-natalizia all’aeroporto di Gatwick, dove i sorvoli di droni hanno portato a 1.000 cancellazioni di voli e hanno colpito 140.000 passeggeri.

Il numero di incidenti aerei che coinvolgono droni è cresciuto notevolmente negli ultimi anni. Nel 2013 si sono verificati zero incidenti, rispetto agli oltre 100 dell’anno scorso.