Si dice che il senatore Lindsey Graham (RSC) si stia preparando a introdurre una legislazione che aumenterebbe l’età pensionabile per i piloti di linea commerciali negli Stati Uniti di almeno due anni, portandola a 67 anni.

Due persone che hanno familiarità con la proposta di legge hanno confermato che Graham è in procinto di creare sostegno tra i suoi colleghi al Congresso prima di presentare il disegno di legge. I piloti delle compagnie aeree devono andare in pensione oggi a 65 anni, un’età fissata nel 2007, quando il Congresso l’ha sollevata da 60.

L’ufficio di Graham non era immediatamente disponibile per un commento.

L’aumento dell’età pensionabile sarebbe una soluzione a breve termine alla carenza di piloti che devono affrontare le compagnie aeree statunitensi. A seguito di un picco di prepensionamenti presso i principali vettori e di un rallentamento nell’emissione di nuovi certificati di pilota di trasporto aereo (ATP) da parte della Federal Aviation Administration (FAA) durante la pandemia, l’industria sta affrontando una carenza di migliaia di piloti che non è prevista per calmarsi almeno fino al prossimo anno. La carenza sta costringendo le compagnie aeree regionali, tra cui Mesa Airlines e SkyWest Airlines, a mettere a terra gli aerei e cancellare i voli. Anche i vettori di livello intermedio, Alaska Airlines e JetBlue Airways, affermano di dover affrontare tassi di abbandono elevati.

“Questo solo calcia la lattina lungo la strada di due anni”, ha detto una persona che ha familiarità con la legislazione proposta. L’innalzamento dell’età pensionabile non soddisfa la necessità del settore di avere più nuovi piloti, cosa che richiede anni e può costare centinaia di migliaia di dollari a causa del requisito del governo di 1.500 ore ai comandi di un aereo per la certificazione ATP come primo ufficiale, o 2.500 ore da capitano.

Un portavoce della Regional Airline Association (RAA) ha rifiutato di commentare qualsiasi legislazione specifica, ma ha affermato che sostiene il “concetto” di aumentare l’età pensionabile obbligatoria per i piloti.

La Southwest Airlines Pilots Association (SWAPA), che rappresenta i piloti del Southwest, il 12 maggio ha chiesto ai piloti di votare in un sondaggio se sostenevano l’innalzamento dell’età pensionabile obbligatoria. “Il comitato per gli affari del governo SWAPA sta monitorando da vicino la questione e sta lavorando a stretto contatto con i nostri partner del settore per determinare la strada da percorrere”, ha detto il sindacato ai membri in un avviso.

“Non ci sarà una soluzione rapida, ma dobbiamo lavorare per rafforzare la forza lavoro dell’aviazione nazionale”, ha detto il segretario ai trasporti Pete Buttigieg alla commissione per il commercio, la scienza e i trasporti del Senato il 3 maggio. Ha detto che la FAA si stava preparando a assegnare 5 milioni di dollari in sovvenzioni per lo sviluppo della forza lavoro per aiutare ad aumentare l’offerta di pilota, ma non ha fornito dettagli per alleviare la carenza immediata.

L’analista di Raymond James Savanthi Syth ha scritto ad aprile che il CEO di United Scott Kirby ha affermato che le compagnie aeree statunitensi assumeranno circa 13.000 nuovi piloti quest’anno e lo stesso numero o più nel 2023. L’attuale pipeline crea circa 5.000-7.000 nuovi piloti all’anno.

L’analista di Cowen & Co. Helane Becker ha scritto ad aprile che il governo degli Stati Uniti doveva adottare un approccio su tre fronti per alleviare la carenza di piloti. Tali punte includevano l’abbassamento del requisito di ore per i nuovi ATP, consentendo il consolidamento per ridurre i voli duplicati e aumentando temporaneamente l’età pensionabile del pilota a 67 anni.

“Ci aspettiamo che questo problema pilota persista nel prossimo futuro poiché le compagnie aeree cercano di sostituire i pensionamenti avvenuti durante la pandemia, i pensionamenti che continuano e non raggiungeranno il picco fino alla fine del decennio e la crescita”, ha scritto.

Il 12 maggio, il CEO uscente di Allegiant Air Maurice Gallagher ha commentato la situazione del pilota in una lettera agli azionisti. I numeri suggeriscono che entro il 2030 l’industria potrebbe avere un deficit di quasi 30.000 piloti. Con 16 piloti per aeromobile, ciò corrisponderà a 1.800 aeromobili che saranno parcheggiati o l’equivalente di due vettori legacy statunitensi come [American] e [United],” Egli ha detto.

Il 13 maggio il senatore Kyrsten Sinema (D-Ariz.) guiderà un’audizione sul campo della commissione per il commercio del Senato fuori Phoenix incentrata sullo sviluppo della forza lavoro dell’aviazione.