Un pullman che trasportava pellegrini verso un santuario in Bosnia si è schiantato sabato nella parte settentrionale della Croazia, uccidendo almeno 12 persone e ferendone molte altre, secondo le autorità.

Il ministro dell’Interno croato ha affermato che le vittime erano probabilmente pellegrini cattolici diretti al santuario di Medjugorje.

Il ministero ha inizialmente annunciato su Twitter che 11 persone erano morte. I funzionari hanno detto che un altro passeggero è morto più tardi in ospedale e che l’autobus trasportava 43 persone.

Circa 30 persone sono rimaste ferite – 18 gravemente – e sono state trasportate in diversi ospedali di Zagabria, ha affermato il direttore dei servizi di emergenza croati, Maja Grba Bujevic.

La televisione di stato croata HRT ha affermato che la causa più probabile dell’incidente è stata l’addormentamento del conducente.

L’emittente ha mostrato il video di un autobus blu distrutto in un fosso vicino all’autostrada. L’autobus stava viaggiando in direzione di Zagabria, la capitale della Croazia.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha detto che l’autobus stava portando i pellegrini al santuario cattolico di Medjugorje, una città nel sud della Bosnia. Il santuario è la terza meta di pellegrinaggio più popolare d’Europa dopo Lourdes e Fatima, sebbene il Vaticano non abbia verificato nessuno dei miracoli riportati che i testimoni affermano di aver visto lì.

“Questa mattina ho parlato dei dettagli della tragedia con il primo ministro croato Andrej Plenkovic, che ha assicurato il pieno sostegno dei servizi medici croati”, ha detto Morawiecki su Facebook. “Ho raccomandato ai nostri servizi consolari di organizzare un’organizzazione di sostegno per le famiglie di partecipanti all’incidente”.

Il ministro dell’Interno croato Davor Bozinic ha affermato che l’autobus proveniva da “un luogo vicino a Varsavia” e che le informazioni suggerivano che stesse trasportando pellegrini a Medjugorje.

L’incidente è avvenuto alle 5:40 ora locale (3:40 GMT) a circa 50 chilometri a nord di Zagabria, sull’autostrada A-4. “L’autobus ha deviato dal suo percorso ed è scivolato nel fosso lungo l’autostrada”, ha detto all’AFP il portavoce della polizia Matko Muric.

Il traffico è particolarmente intenso durante i mesi estivi sulle strade della Croazia, che accolgono milioni di turisti ogni anno, soprattutto sulla costa adriatica. I turisti polacchi sono tra i più numerosi: tra gennaio e luglio, oltre 580.000 turisti polacchi hanno visitato la Croazia.

Nel luglio 2021, dieci cittadini del Kosovo sono morti in un incidente d’autobus su un’autostrada nella Croazia orientale.

Incidente d’autobus in Bulgaria quattro vittime

Un incidente di autobus in Bulgaria all’inizio di sabato ha ucciso quattro persone e ha lasciato almeno otto feriti, hanno detto le autorità.

L’autobus stava riportando i turisti in Romania da un viaggio a Istanbul quando si è schiantato contro un’auto parcheggiata sul lato di un’autostrada che collegava la città centrale bulgara di Veliko Tarnovo con il porto di Ruse sul Danubio, ha detto la polizia locale.

Dopo aver urtato l’auto, l’autobus si è schiantato contro un albero. Tre persone sono morte sul colpo, mentre un quarto è morto in seguito per le ferite riportate.