La polizia britannica continua a cercare indizi sull’interruzione dei droni dell’aeroporto di Gatwick, essendo arrivata a mani vuote dopo una perquisizione nella casa di Crawley di una coppia, le uniche persone arrestate finora, e che sono state successivamente rilasciate senza accusa.

“Nell’ultimo giorno o giù di lì abbiamo indagato meticolosamente sul loro coinvolgimento. E ora sono soddisfatto che non siano più sospetti in questa indagine”, ha affermato Jason Tingley, sovrintendente capo della polizia del Sussex e del Surrey.

Nonostante le gravi conseguenze dell’attacco dei droni, è stata una commedia d’oro per fumettisti e comici, con questo che riprende una delle dichiarazioni ufficiali più ridicole…

La polizia ha trovato un drone danneggiato a terra vicino al perimetro settentrionale dell’aeroporto ed è stato portato via per un esame forense. Lo stesso aeroporto di Gatwick ha offerto una ricompensa di 50.000 sterline per scoprire chi c’era dietro l’attacco.

Le cose stanno tornando alla normalità per i viaggiatori, ma vengono ancora poste molte domande sulla preparazione delle infrastrutture aeroportuali britanniche ad affrontare tali atti di sabotaggio.