Berlino si sta preparando per una calda estate vaxed quest’anno. Le restrizioni del Covid si sono allentate e il nuovo aeroporto della città, Berlino-Brandeburgo, a lungo ritardato, è finalmente pienamente operativo, e ciò ha provocato un’ondata di nuovi servizi aerei anche con la guerra in Ucraina che infuria a poche centinaia di miglia di distanza.

Otto compagnie aeree pianificano almeno 10 nuove rotte per Berlino questa primavera e l’estate che, insieme alle compagnie aeree che ripristinano le loro capacità pre-pandemia, potrebbero vedere l’aeroporto gestire oltre il 3% di posti in più nel terzo trimestre rispetto a Berlino Tegel, ora chiusa, in tre anni fa, mostrano gli orari di Cirium.

“Berlino guarda a un’estate forte”, ha affermato Burkhard Kieker, CEO di Visit Berlin. Le prenotazioni di Pasqua sono già alla pari con il 2019 e ha descritto l’estate come “molto promettente”.

Le compagnie aeree europee hanno mantenuto le previsioni di un’estate calda e offuscata anche da quando l’invasione dell’Ucraina di febbraio ha gettato un’altra potenziale svolta nella ripresa della pandemia. Intervenendo allo Skift Europe Forum il 24 marzo, l’amministratore delegato di Air France Anne Rigail ha affermato che lo slancio delle prenotazioni per i viaggi primaverili ed estivi continua rapidamente dopo essere stato “paralizzato per alcuni giorni” dopo l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio. Budget Air France-KLM La controllata Transavia France è tra i vettori che aggiungono rotte per Berlino questa estate con piani per offrire voli bisettimanali Nantes-Berlino dal 27 marzo.

EasyJet, Eurowings, Flyr, Norwegian Air, Ryanair, SunExpress e Turkish Airlines si uniscono a Transavia per lanciare nuove offerte a Berlino quest’estate. Di questi, Ryanair offrirà il maggior numero di posti aggiuntivi, il 172% in più, rispetto al terzo trimestre del 2019, secondo Cirium. Anche se parte della crescita deriva dall’integrazione di LaudaMotion nel 2020. Il saldo è un aumento delle frequenze e un nuovo servizio tre volte alla settimana per Cracovia dal 2 maggio.

Ma è EasyJet, che mantiene una delle sue basi più grandi a Berlino, che sarà la più grande dell’aeroporto con quasi il 23% di posti nel trimestre di settembre, mostra Cirium. La compagnia aerea aggiungerà nuove rotte per Pisa e Rijeka, in Croazia, a partire dal 28 giugno. Le aggiunte sono in risposta a quella che la compagnia aerea vede come “domanda repressa di viaggi quest’estate”, ha affermato un portavoce.

“Stiamo attualmente registrando una forte domanda senza sosta, soprattutto per le vacanze pasquali ed estive. Le persone vogliono solo allontanarsi da casa”, ha affermato Florian Gränzdörffer, Head of Media Relations di Eurowings. Ha chiamato Berlino, dove il braccio del bilancio del Gruppo Lufthansa mantiene una base, una “calamita turistica assoluta”. La guerra in Ucraina non ha influenzato la domanda di voli Eurowings, ha aggiunto.

Eurowings, la terza compagnia aerea di Berlino, aggiungerà due rotte anche per Kos, in Grecia, dal 7 maggio, e per Stoccolma Arlanda dal 3 giugno. Tuttavia, i posti complessivi del vettore nella capitale tedesca diminuiranno del 10% nel terzo trimestre rispetto a tre anni prima, secondo Cirium.

L’orario estivo non è tutto ciò che l’aeroporto di Berlino aveva sperato. Il 25 marzo, United Airlines ha confermato che non avrebbe iniziato un nuovo servizio tra la città e Washington Dulles a maggio come previsto a causa di “una serie di fattori tra cui domanda, costi e risorse”. Rimangono sospese anche altre rotte a lungo raggio effettuate nel 2019, tra cui: Pechino, New York JFK – sebbene siano operativi voli Newark – e Toronto, mostrano i dati Cirium.

Complessivamente, mentre il numero di voli da Berlino verso destinazioni al di fuori dell’Europa è aumentato del 18% nel trimestre di settembre rispetto al 2019, la capacità dei posti non europei diminuirà del 7%, secondo Cirium.

Lo United non ha menzionato la guerra in Ucraina per la sua decisione di annullare la prevista rotta Washington-Berlino. E Kieker ha affermato che la città non ha visto un aumento delle cancellazioni complessive o un calo delle prenotazioni dall’invasione di febbraio.

Questa sarà la prima stagione estiva senza restrizioni per l’aeroporto di Berlino Brandeburgo, aperto nove anni alla fine di ottobre 2020. La struttura ha sostituito l’aeroporto di Tegel che, sebbene un’icona della Berlino della Guerra Fredda, era mal progettato per i numeri dei viaggiatori contemporanei e i protocolli di sicurezza.

In risposta al ritorno dei volantini, il 24 marzo il Brandeburgo ha aperto il suo Terminal 2 fuori servizio ad uso esclusivo di Ryanair. La struttura include ulteriori capacità di check-in, ritiro bagagli e sicurezza, ed è collegata in airside alle aree dei gate esistenti.

Aggiornato con i commenti del CEO di Visit Berlin Burkhard Kieker e la dichiarazione dello United sulla cancellazione dei voli Washington-Berlino previsti.