L’aeroporto di Dublino è stato costretto a sospendere temporaneamente tutti i voli giovedì pomeriggio a seguito di un “avvistamento confermato di un drone” vicino al suo aeroporto.

In diretta

Diversi passeggeri si sono rivolti a Twitter chiedendo in che modo sarebbe stato influenzato il loro viaggio, tuttavia, l’aeroporto di Dublino ha confermato poco dopo che tutti i voli erano ripresi.

“Un pilota ha segnalato l’avvistamento di un drone all’Irish Aviation Authority (IAA), che gestisce il controllo del traffico aereo all’aeroporto di Dublino, intorno alle 11:30”, ha detto a Euronews Paul O’Kane, chief communication officer dell’aeroporto di Dublino.

“A quel punto è stata attuata una sospensione dei voli di 30 minuti dal controllo del traffico aereo, che è la procedura concordata in questi casi.

“Poiché non ci sono stati ulteriori avvistamenti di droni entro il periodo di sospensione di 30 minuti, l’aeroporto di Dublino ha ripreso le operazioni di volo poco dopo mezzogiorno”.

Giovedì potrebbero essere previsti alcuni “ritardi improvvisi” ai voli, ha aggiunto O’Kane.

Incidenti legati ai droni aeroportuali

Sebbene l’incidente di giovedì all’aeroporto di Dublino sia apparso di breve durata, ha evidenziato la questione in corso e la conversazione sulla recente ondata di incidenti con droni in diversi aeroporti del mondo negli ultimi tre mesi.

Proprio la scorsa settimana, “sospetta attività di droni” ha bloccato tutti i voli all’aeroporto internazionale di Dubai negli Emirati Arabi Uniti.

Gli incidenti legati ai droni hanno colpito anche i voli dell’Heathrow di Londra e del Newark Liberty International Airport nel New Jersey, negli Stati Uniti, il mese scorso.

Questi incidenti sono seguiti a una grave interruzione all’aeroporto di Gatwick nel Regno Unito a dicembre, che ha colpito centinaia di migliaia di passeggeri in viaggio durante il periodo natalizio.