L’esercitazione mira a portare in cielo il maggior numero di aeroplani dell’aviazione generale contemporaneamente per vedere quanto lo spazio aereo può gestire in caso di terremoto catastrofico.

Un devastante terremoto lungo la costa del Pacifico degli Stati Uniti è in ritardo e, quando accadrà, l’aviazione generale svolgerà un ruolo fondamentale sia nella risposta che negli sforzi di recupero.

Ecco perché, dal 2009, i piloti dell’aviazione generale e i soccorritori hanno tenuto esercitazioni per simulare ciò che possono fare per aiutare all’indomani di un terremoto di magnitudo 8.0, seguito da uno tsunami, sulla costa occidentale del paese.

Tutto quanto appreso in quegli ultimi 11 anni di esercitazioni sarà portato a Thunder Run, un’esercitazione prevista per il 18 giugno 2022, che coinvolge circa 100 aeroplani dell’aviazione generale, coordinatori di emergenza dalla California al Canada, e piloti, controllori del traffico aereo, operatori di radioamatori , e altri che si esercitano in quello che faranno subito dopo un tale terremoto.

A coordinare questi sforzi c’è Sky Terry, direttore dei servizi di emergenza regionali nord-occidentali dell’Emergency Volunteer Air Corps (EVAC), insieme a una leadership aggiuntiva del Piano di risposta dell’aviazione generale della costa occidentale (WCGAR).

Di cosa si tratta

La faglia della Cascadia Subduction Zone è una faglia lunga 621 miglia che si estende dall’isola di Vancouver settentrionale a Cape Mendocino, in California.

Una mappa del Servizio geologico degli Stati Uniti mostra la lunghezza della zona di subduzione della Cascadia.

Un terremoto lungo una faglia di subduzione è “praticamente il peggior terremoto che puoi ottenere”, afferma Terry, spiegando che questi terremoti possono generare fino a 8 o più magnitudo – ma peggio – durare da tre a cinque minuti o più. La combinazione della magnitudo e della durata del terremoto è ciò che rende questi terremoti “così incredibilmente dannosi”, dice.

La documentazione geologica ci dice che questi tipi di terremoti si verificano ogni 300-500 anni.

“Sappiamo che l’ultimo è stato nel 1700 perché ha colpito il Giappone con un’onda di tsunami di 20 piedi”, dice Terry. “Quindi ora il tempo scorre e, con il passare del tempo, diventa più probabile che nel corso della nostra vita, o della vita dei nostri figli, avremo molto probabilmente questo terremoto”.

Un terremoto lungo la Cascadia Subduction Zone porterà danni devastanti in Oregon, Washington e California.

La documentazione geologica mostra anche che se un terremoto colpisce questa linea di faglia, può e si è “strappato per l’intera lunghezza della linea di subduzione”, continua. “Ciò significa che avrà un impatto simultaneo su Oregon, Washington e parti della California”.

Se si verifica lo scenario peggiore, “questo significa che perderemo le autostrade del Cascade Pass”, dice. “Ciò significa che lo stato di Washington e l’Oregon non sono più collegati agli Stati Uniti. L’unico modo per ottenere qualcosa qui è via nave o via aerea.

E a differenza di altri disastri, come gli uragani, i terremoti non arrivano con un avviso.

“Le risorse regolari, comprese le risorse militari, vorrebbero poter essere ‘Johnny sul posto’ ed essere qui entro il secondo giorno, ma penso che le persone si rendano conto che solo per l’entità del danno questo proprio non andrà a buon fine accadere.”

Ciò significa che GA sarà fondamentale all’indomani di un terremoto.

“Sappiamo che le normali risorse all’interno delle aree devastate verranno sfruttate immediatamente e dobbiamo essere in grado di ottenere aiuti e persone fuori”, afferma, osservando che le recenti risposte di GA agli uragani e ad altri disastri naturali hanno dimostrato che GA ha la “capacità di avere funzionalità letteralmente dietro l’uragano dopo che è passato”.

Con l’esercitazione Thunder Run del 18 giugno, tutte le lezioni apprese dalle esercitazioni passate saranno messe alla prova in un enorme sforzo per simulare le conseguenze di un terremoto devastante.

“Thunder Run è questa enorme spinta in un giorno per avvicinarsi il più possibile allo stile di risposta dell’evento reale, per vedere cosa ci vorrà davvero per l’aviazione generale per entrare nella breccia e guadagnare tempo per le risorse regolari per arrivare qui ,” lui dice.

Una vittoria

Una delle aggiunte alle esercitazioni è arrivata nel 2015 dal California Disaster Airlift Response Team (CalDART), che ha combinato le esercitazioni in caso di calamità con le iniziative alimentari.

Il cibo donato viene trasportato dai piloti dell’aviazione generale durante le esercitazioni ai banchi alimentari nell’area circostante, il che simula il portare aiuti nelle aree colpite da un potenziale terremoto.

Le iniziative alimentari sono state aggiunte alle esercitazioni di emergenza nel 2015.

Nelle esercitazioni passate, i piloti hanno consegnato sacchi di sabbia nel mezzo di una storica inondazione nella contea di Whatcom a sostegno del Corpo degli ingegneri dell’esercito, mentre hanno consegnato maschere e altri dispositivi di protezione individuale (DPI) durante la pandemia.

Un pilota scarica le maschere durante un’esercitazione dell’era della pandemia.

Ma per l’esercitazione del 2022, il cibo, molto cibo, sarà il carico che i piloti dell’aviazione generale consegneranno.

Serena senza scopo di lucro ha donato $ 5.000 all’EVAC, che è stato donato al Walla Walla Safeway per acquistare cibo. Il Consiglio nazionale per la gestione delle emergenze tribali ha donato altre 25.000 libbre di cibo che saranno spedite via terra a Walla Walla.

“Quindi avremo 30.000 libbre di cibo in uscita da Walla Walla, poiché è l’hub fuori dall’impatto”, afferma Terry, spiegando che la città si trova dall’altra parte della catena delle Cascate, rendendola la “barriera aerea appena fuori dalla zona di battaglia”.

Oltre all’aeroporto regionale Walla Walla (KALW), altre basi per i piloti che partecipano all’esercitazione sono l’aeroporto municipale di Renton (KRNT) e l’aeroporto internazionale di Bellingham (KBLI), tutti a Washington.

Secondo Terry, la maggior parte di quei 30.000 libbre di cibo saranno trasportate in aereo ai banchi alimentari della regione, mentre 3.000 libbre andranno al banco alimentare locale a Walla Walla.

I funzionari sperano di attirare più piloti dell’aviazione generale interessati a fare volontariato per le esercitazioni in caso di catastrofe, in modo che possano essere pronti quando arriverà il grande evento.

C’è anche una raccolta di cibo in corso presso il negozio di alimentari Fred Meyer a Bellingham fino al 16 giugno. Metà del cibo raccolto andrà alla Bellingham Food Bank e al Miracle Food Network, mentre l’altra metà verrà trasportata durante l’esercitazione ai banchi alimentari in altre contee. Gli organizzatori sperano di raccogliere 10.000 libbre di cibo durante questa campagna alimentare.

Nel frattempo, in Canada, la British Columbia Airlift Emergency Response Operations (BC AERO) trasporterà altre 30.000 libbre di cibo a KBLI, quindi i piloti che partecipano all’esercitazione porteranno quel cibo ai banchi alimentari lungo l’area potenzialmente colpita dal terremoto.

“Tutto questo accadrà in un giorno”, dice Terry.

Piloti e aerei

Domenica 18 giugno, i piloti e i loro aeroplani, inclusi Cessna 180 e 185, Piper Saratogas, Bonanzas e un Kodiak, voleranno intorno alla regione di Puget Sound consegnando cibo a partire dalle 7:00

I piloti volontari volano una varietà di aerei.

Ciò che farà, spiega Terry, è “saturare lo spazio aereo per dare a tutti – l’aeroporto, i controllori del traffico aereo, i team di comunicazione ai punti di sgancio e ai punti di raccolta – un assaggio completo di come sarà” quando il grande colpisce.

“Scopriremo quanti aerei possono davvero entrare e uscire da questi aeroporti in un giorno”, dice. “Dobbiamo mettere tutto ciò che abbiamo in aria per mantenere la catena di approvvigionamento”.

La Civil Air Patrol parteciperà a più hub durante l’esercitazione, così come gli operatori radioamatoriali che aiuteranno a coordinare le comunicazioni.

I volontari sono necessari per molte posizioni diverse durante il drlll.

Stanno ancora cercando piloti che vorrebbero fare volontariato per partecipare. Se sei interessato, puoi visitare il sito Web di Emergency Volunteer Air Corps, quindi andare su Eventi e fare clic su RSVP su Thunder Run. Oppure puoi inviare un’e-mail a Terry direttamente a satnolimits@comcast.net.

Dopo aver risposto, vedrai un orientamento PowerPoint sul trapano. Quindi parteciperai alle chiamate Zoom, oltre a ricevere e-mail con tutte le informazioni necessarie per il giorno dell’esercitazione.

Prepararsi a caricare gli aerei per un trasporto aereo tribale durante un’esercitazione di disastro passata.

I piloti hanno bisogno di un certificato valido, di un’assicurazione e di almeno 250 ore di volo.

“Tutto quello che devono fare è contattarmi e li metteremo in gioco”, dice Terry.

L’interruttore automatico

Parte della formazione durante l’esercitazione sarà ciò che Terry chiama il “commutatore automatizzato”.

Se il terremoto è di magnitudo 7 o superiore, il primo pilota che arriva in aeroporto ha il compito di effettuare il preflight dell’aereo e prepararsi al decollo, mentre il secondo pilota dell’aeroporto diventa lo spotter. Questi due sono nell’aria “entro cinque o sei ore” dal terremoto, perlustrando percorsi specifici – noti come “voli rossi” – per valutare i danni, inclusi autostrade e ponti crollati. Riferiranno ciò che vedono ai funzionari una volta tornati all’aeroporto di Walla Walla, spiega Terry.

Questa mappa di Google mostra le rotte dei “voli rossi”, i primi voli che decolleranno dopo un terremoto.

“Questo è importante perché se il terremoto è di magnitudo 8 in più, il che è molto probabilmente possibile, avremo un’immediata crisi del gas. Probabilmente dovremo far volare il carburante. Questo sarà il modo più rapido per riportarlo oltre il passo e mantenere gli aerei in funzione”, dice. “Il problema è che, per quanto ne so, nessuno nei 48 inferiori lo fa regolarmente”.

“Ma l’Alaska e il Canada hanno entrambi operatori commerciali di trasporto merci che trasportano carburante. Perché scendano, dobbiamo identificare se i pass sono aperti o chiusi e se siamo ancora collegati agli Stati Uniti”

I piloti di quei “voli rossi” sono fondamentali per ottenere informazioni di prima mano su “com’è veramente” e valutare i danni all’indomani di una tragedia di questa portata, aggiunge.

“E sarà enorme per qualcosa che eliminerà la maggior parte della costa occidentale”, dice.

Un pilota dell’aviazione generale arriva in un aeroporto durante un’esercitazione passata.

Diffondere la parola

Molte persone non sono a conoscenza delle esercitazioni annuali per prepararsi al “grande”.

Ancora peggio, dice Terry, è che molti piloti “non si rendono nemmeno conto di avere un ruolo fondamentale da svolgere e possono svolgere quel ruolo”.

Quindi, se sei in grado di fare volontariato, ti accoglieranno a braccia aperte. Se non puoi fare volontariato, passa le informazioni sull’esercitazione ai tuoi amici piloti.