Il Terminal 2/3 Delta Sky Way di Los Angeles fino al South Terminal Complex di Orlando sono solo alcuni dei progetti di espansione multimiliardari che verranno aperti negli aeroporti degli Stati Uniti nei prossimi mesi.

Pezzi di oltre 13 miliardi di dollari di investimenti aeroportuali nelle città da costa a costa si apriranno mentre gli aeroporti concluderanno il lavoro iniziato prima e portato avanti durante la pandemia. Una delle maggiori aperture imminenti è il South Terminal Complex da 2,8 miliardi di dollari dell’aeroporto internazionale di Orlando che aprirà per i suoi primi viaggiatori quest’estate. Altre aperture in arrivo includono un’espansione del Terminal 5 a Chicago O’Hare, il nuovo Terminal A a Newark Liberty e importanti progetti guidati da Delta Air Lines a Los Angeles, o LAX, e New York LaGuardia.

Le aperture arrivano dopo un periodo incerto per gli aeroporti durante la pandemia. Il numero di passeggeri è crollato nel 2020 con Orlando, uno degli aeroporti più trafficati del paese, che ha gestito solo 1.517 passeggeri in partenza il 15 aprile di quell’anno. Ma la ripresa, almeno per i viaggi nazionali, è stata più rapida e robusta di quanto ci si aspettasse con molti aeroporti, specialmente nei mercati orientati al tempo libero, che sono quasi esplosi. Gli aeroporti che hanno continuato a lavorare durante la crisi, invece di posticiparli o cancellarli, stanno abbastanza bene mentre il numero interno degli Stati Uniti si avvicina ai livelli del 2019.

E anche la disciplina della capacità delle compagnie aeree a causa dei prezzi elevati del carburante e i tagli ai voli regionali a causa della carenza di piloti statunitensi dovrebbero fare ben poco per rallentare la ripresa del viaggio.

“Vediamo un basso rischio per il nostro caso base che il traffico passeggeri aumenterà nel corso del 2022 e raggiungerà il 95% dei livelli del 2019 entro la fine dell’anno”, ha scritto Earl Heffintrayer, un alto funzionario del credito presso Moody’s Investors Service, in un rapporto del 14 marzo. i rischi a cui si riferiva sono l’aumento del prezzo del carburante e la carenza di piloti.

Gli aeroporti, da parte loro, stanno portando avanti le aperture e riavviando i progetti in pausa con il numero di viaggiatori sulla buona strada per superare presto il 2019. Questi lavori sono visti come la chiave per gestire il numero crescente di passeggeri con strutture sia nuove che rinnovate che soddisfano le esigenze dei viaggiatori contemporanei.

Chicago O’Hare sta procedendo con il suo piano graduale di ammodernamento del terminal da 8,5 miliardi di dollari che include un nuovo terminal globale sul sito dell’odierno Terminal 2 e nuovi atri satellitari per gli hub di American Airlines e United Airlines. Il primo pezzo del progetto, un’espansione da 1,2 miliardi di dollari e 10 gate del Terminal 5, dovrebbe essere aperta nella prima metà dell’anno. Delta Air Lines si sposterà ai gate dal Terminal 2 e consentirà l’avvio dei lavori su ulteriori fasi del progetto.

Secondo un portavoce del Dipartimento dell’aviazione di Chicago, i lavori di ristrutturazione del Terminal 5, che includono il progetto di espansione, dovrebbero essere aperti dal 2021 al 2023.

Delta è pronta ad aprire il nuovo pezzo principale della sua modernizzazione del Terminal 2/3 da 2,3 miliardi di dollari a LAX il 20 aprile. La struttura è il fulcro della nuova “Delta Sky Way” in aeroporto e include check-in, sicurezza, e servizi di ritiro bagagli. Gli aspetti ancora futuri del progetto sono un nuovo atrio del Terminal 3 e un atrio del Terminal 2 aggiornato.

“Nonostante l’incertezza globale, Delta continua a spingersi verso un futuro radioso”, ha detto il CEO Ed Bastian allo staff in a promemoria il 17 marzo. “Tra un paio di settimane sarò a LAX con la nostra gente per celebrare l’apertura del nostro terminal consolidato di livello mondiale”.

Il vettore con sede ad Atlanta aprirà anche la nuova sede del terminal e i pezzi del Concourse E della sua ricostruzione graduale da 4 miliardi di dollari del Terminal C a LaGuardia questa primavera. Il primo pezzo della modernizzazione, l’atrio G, è stato aperto nel 2019, con due atri aggiuntivi – D e F – previsti per l’apertura in fasi fino al 2026.

E l’Autorità Portuale di New York e New Jersey, che gestisce JFK, LaGuardia e Newark, dovrebbe aprire il nuovo Terminal A da 2,7 miliardi di dollari e 33 gate a Newark nei prossimi mesi. Lo United occuperà almeno 12 cancelli nella struttura che, un anno fa, prevedeva l’apertura ad aprile. Anche Air Canada, American, Delta e JetBlue Airways opereranno dalla struttura.

L’Autorità Portuale non ha subito risposto alle richieste di informazioni sull’apertura del Terminal A.

Il South Terminal di Orlando aggiungerà 15 gate e un nuovo complesso di terminal quando aprirà questa estate. JetBlue si trasferirà nella struttura, mentre altre assegnazioni di compagnie aeree sono in sospeso. Il nuovo terminal è anche collegato a una stazione della linea ferroviaria Brightline per Miami, di prossima apertura. E, riconoscendo la forte ripresa – Orlando è stato il terzo più trafficato negli Stati Uniti a gennaio e febbraio – l’aeroporto ha riavviato i lavori per un’espansione da 400 milioni di dollari e otto gate del terminal sud che è stata posticipata a maggio 2020. Gates dovrebbe iniziare nella seconda metà dell’anno.

Questi sono solo cinque dei numerosi progetti di espansione in corso in aeroporti grandi e piccoli negli Stati Uniti. Missoula, Mont., una delle tante piccole comunità che ha visto un boom di viaggiatori durante la pandemia, aprirà un nuovo terminal a maggio. Nonostante i ritardi, Denver sta preparando una serie di estensioni dell’atrio che debutteranno entro la fine dell’anno e recentemente il consiglio comunale ha recentemente approvato fondi aggiuntivi per completare una ristrutturazione del suo terminal.

Secondo i dati della Federal Aviation Administration, nel 2019 Chicago O’Hare, LAX e Orlando erano tra le 10 città più trafficate degli Stati Uniti. Newark era il 12° posto più trafficato e LaGuardia il 21°.