COMUNICATO STAMPA – NOVITA’ 18-12-2021

Il Karolinska University Hospital sarà il primo in Svezia con un nuovo tipo di elicottero sanitario in grado di fornire ai pazienti più malati cure avanzate anche in volo. L’elicottero può prelevare pazienti da tutto il paese a Karolinska.

Il fornitore Babcock e Karolinska hanno firmato un accordo per l’esercizio e la consegna di un elicottero Agusta Westland 139 (AW 139). Già nel marzo 2022, Karolinska avrà accesso a un elicottero temporaneo, al fine di ricevere la consegna dell’elicottero permanente dopo la fine dell’anno 2022-23.

– Karolinska sarà la prima in Svezia con questo tipo di elicottero unico nel suo genere in quanto il personale al suo interno può fornire ai pazienti più malati cure mediche a bordo in un modo che non è stato finora possibile, come l’assistenza ECMO, afferma Lars Falk, responsabile delle operazioni Terapia intensiva e trasporti, e continua:

– Con il nuovo elicottero raggiungiamo gli ospedali più velocemente, questo perché non dobbiamo ricaricare come facciamo oggi quando voliamo in aereo.

Un altro vantaggio dell’AW 139, che è notevolmente più grande, più pesante e ha spazi significativamente più grandi di un normale elicottero da ambulanza, è che è costruito per resistere a condizioni meteorologiche molto difficili.

Inoltre, dispone di un proprio sistema di sbrinamento, il che significa che può resistere anche a inverni rigidi e tempeste. Tutto sommato, l’elicottero funziona fondamentalmente come un’unità di terapia intensiva volante, afferma Lars Falk.

https://www.karolinska.se/om-oss/centrala-nyheter/2021/12/ny-typ-av-sjukvardhelikopter-ger-intensivvard-under-transport

COMUNICATO STAMPA – IRVING, TX, 11 marzo 2021

CHC Group, LLC, annuncia di aver stipulato un accordo condizionale per l’acquisizione delle attività di aviazione Oil and Gas di Babcock International Group.

CHC Group, LLC, uno dei principali fornitori di servizi di elicotteri e manutenzione, riparazione e revisione, annuncia di aver stipulato un accordo condizionale per l’acquisizione delle attività di aviazione Oil and Gas di Babcock International Group, PLC (LSE:BAB) .

L’azienda fornisce servizi di trasporto offshore di equipaggio di petrolio e gas nel Regno Unito, in Danimarca e in Australia. Ha sede ad Aberdeen (Regno Unito), impiega oltre 500 persone e gestisce circa 30 aeromobili nelle sue tre sedi.

L’accordo, soggetto a condizioni pre-conclusione, dovrebbe concludersi nel secondo trimestre solare del 2021. È inteso che CHC cercherà le autorizzazioni per la transazione dalle autorità antitrust nel Regno Unito e in Australia, sebbene il completamento non sia subordinato a tali autorizzazioni vengono ricevute.

Atlanta, 05 marzo 2019 – Babcock Australasia, la società aerospaziale e della difesa, festeggia il suo primo anno di attività con elicotteri Airbus H175 a Timor Est dopo aver registrato quasi 1400 voli fornendo servizi di aviazione offshore per i propri clienti di petrolio e gas.

La compagnia, che gestisce due H175 per il trasporto di personale, la ricerca e il salvataggio e i compiti di medevac nel Mar di Timor, riporta un tasso di disponibilità di aeromobili del 98% per i 12 mesi successivi all’entrata in servizio nel gennaio dello scorso anno.

Airbus ha collaborato con Babcock per addestrare 27 piloti e ingegneri sull’H175 prima della consegna e da allora Babcock ha impiegato 19 dipendenti di supporto timoresi presso la base di Dili, inclusi quattro ingegneri locali che stanno formando presso la sede centrale di Airbus Helicopters a Marignane, in Francia.

Durante il 2018 l’operazione Babcock’s Timor ha registrato 1.274 ore di volo in 1.365 settori e la compagnia ha ricevuto feedback molto positivi dai passeggeri che hanno elogiato i livelli di comfort dell’H175. Gli aerei sono operati a sostegno delle operazioni offshore di ConocoPhillips nella regione.

L’H175 offre una guida fluida con un rumore dell’abitacolo ridotto, ampi finestrini per una maggiore visibilità e un’uscita di emergenza migliorata, sedili confortevoli e comandi del clima dell’abitacolo.

Già in servizio nel Mare del Nord, nell’Africa occidentale e nel Golfo del Messico oltre a Timor Leste, l’H175 è stato specificamente progettato per essere eccezionalmente sicuro e competitivo nei settori del petrolio e del gas e della ricerca e soccorso, con motori estremamente potenti, fino a 270 miglia nautiche di raggio operativo e le ultime tecnologie in avionica e automazione.

Andrew Cridland, Managing Director Aviation Offshore di Babcock Australasia, ha dichiarato: “In qualità di compagnia aerea che ha introdotto l’aereo H175 nell’emisfero australe, siamo estremamente soddisfatti delle prestazioni dell’H175 in questo primo anno di attività. Le nostre eccezionali statistiche sull’affidabilità sono una testimonianza dell’eccellente lavoro svolto dai nostri ingegneri altamente qualificati e dell’impegno di Airbus nel fornire le parti necessarie in modo tempestivo a Timor Est. L’aereo è stato ben accolto dal nostro cliente e dai passeggeri che trasportiamo. Essendo un aereo super medio, l’H175 ha una buona economia e sta chiaramente definendo nuovi standard nel settore offshore”.

James Adams, manager di ConocPhillips, Global Aviation Safety Assurance, ha dichiarato: “Siamo rimasti molto soddisfatti delle prestazioni, dell’economia e dell’affidabilità dell’H175. Il successo della nostra operazione a Timor è stato uno sforzo combinato di Babcock Offshore Services e l’eccellente collaborazione del team di supporto di Airbus Oil & Gas”.

Un totale di 33 H175 sono in servizio in tutto il mondo, avendo registrato 43.000 ore di volo.

COMUNICATO STAMPA – Marignane: 18 dicembre 2018

La prima serie H160 prende il volo con una livrea unica per celebrare il 2018 del programma.

Il 17 dicembre il primo H160 di serie uscito dalla nuovissima catena di montaggio di Marignane ha effettuato una dimostrazione di volo davanti al team H160 in occasione della celebrazione di fine anno dei risultati del programma nel 2018. L’elicottero, che essere consegnato al cliente di lancio Babcock nel 2020, aveva già effettuato il suo primo volo il 14 dicembre.

La livrea unica del velivolo è una testimonianza delle diverse centinaia di persone che lavorano per la certificazione della piattaforma alla fine del prossimo anno, della maturità industriale del programma e del suo ingresso in servizio senza interruzioni poiché tutti hanno firmato l’elicottero.

Il primo velivolo di serie si unirà ai tre prototipi, che hanno già accumulato oltre 1000 ore di volo, nelle fasi finali della campagna di test di volo, a conferma cioè che le modifiche introdotte attraverso la configurazione seriale non hanno alcun impatto sull’eccellente qualità dell’elicottero qualità di maneggevolezza.

Heli-Expo 2018 – Comunicato Stampa – 1 marzo 2018

Babcock gestirà la prima flotta di H160.

Las Vegas, 1 marzo 2018Babcock è destinato a diventare il cliente di lancio globale dell’H160 dopo aver firmato un accordo quadro di cinque anni per l’acquisto di una flotta di H160. La flotta di H160 è destinata a missioni EMS e altri servizi critici a partire dall’Europa e da schierare progressivamente nelle basi di Babcock in tutto il mondo.

“L’H160 è stata una scelta naturale per le operazioni di Babcock in quanto la sua ampia cabina, i bassi livelli di vibrazioni e la sua tecnologia all’avanguardia lo renderanno un ambiente sicuro e confortevole in cui lavorare i servizi mission-critical” ha affermato Roger Hardy, amministratore delegato Aviazione, Babcock International Group. “Siamo sicuri che le innovazioni che l’H160 introduce sul mercato ci aiuteranno a fornire i nostri elevati standard di qualità, sicurezza ed economicità”.

“Siamo orgogliosi che il più grande operatore di elicotteri civili abbia scelto l’H160 come soluzione di prossima generazione per salvare vite umane. In qualità di cliente di lancio dell’H160, Babcock inaugura una nuova era per gli operatori di elicotteri”, ha affermato Ben Bridge, vicepresidente esecutivo per il business globale di Airbus Helicopters. “In ogni aspetto, dalla produzione industriale, alla manutenzione e alla gestione della flotta e, naturalmente, alla prontezza della missione, l’H160 rappresenta il nuovo standard nelle capacità degli elicotteri per i prossimi 30 anni”, ha aggiunto.

Con 68 brevetti, l’H160 integra le ultime innovazioni tecnologiche di Airbus Helicopters volte a fornire ai passeggeri un comfort superiore grazie alle pale Blue Edge che riducono il suono e un’eccellente visibilità esterna sia per i passeggeri che per i piloti, per non parlare delle caratteristiche di sicurezza aggiuntive fornite dal volo di Helionix protezione dell’involucro e carico di lavoro pilota ridotto. Il nuovo modello industriale di Airbus Helicopters, basato sulla specializzazione del sito e su un processo di assemblaggio dei componenti plug and play, ha ridotto il tempo di commercializzazione dell’H160 a 24 settimane, offrendo ai clienti una maggiore flessibilità. Ciò consentirà ai clienti di confermare la configurazione della propria missione in una fase successiva in base alle esigenze del mercato.

L’attività di Babcock Aviation fornisce servizi mission-critical, che vanno da servizi medici di emergenza aerea, antincendio aereo, ricerca e salvataggio, operazioni di sorveglianza e trasporto di petrolio e gas, in 14 paesi con oltre 51 anni di esperienza nel salvataggio di vite umane e nella protezione dell’ambiente.

Notizie ANSA – 21 Febbraio 2018

Elisoccorso, verso aggiudicazione bando. Gara da 93mln per tre basi, due le imprese rimaste in corsa.

(ANSA) – Il Tar della Sardegna ha dichiarato inammissibile e respinto il movimento avviato dalla società Elitaliana spa contro il bando da 93 milioni di euro per l’assegnazione del servizio di elisoccorso in Sardegna, portato avanti dalla Assl di Olbia. La Ats, quindi, sta procedendo in queste ore ad aggiudicare la gara per la quale erano rimaste in piedi le offerte di due aziende italiane, la Airgreen srl e la Babcock mission critical service Italia spa.

I dettagli dell’aggiudicazione saranno resi noti domani, nel corso di una conferenza stampa a Villa Devoto con il presidente della Regione, Francesco Pigliaru, l’assessore della Sanità, Luigi Arru, i direttori generali dell’Ats e dell’Areus, Fulvio Moirano e Giorgio Lenzotti.

“Sono sempre stato certo del buon lavoro di tutto il personale è impegnato nella stesura del capitolato di gara, nonché dell’attività da parte della commissione che si è occupata dell’assegnazione – dice Moirano – L’esito della sentenza di oggi lo dimostra” . “Finalmente – aggiunge – possiamo dire con soddisfazione che i cittadini sardi hanno a disposizione un fondamentale servizio di altissima qualità”.

Il servizio sarà effettuato su tre basi: Cagliari Elmas ed Alghero Fertilia (entrambe operative per 12 ore) e Olbia Costa Smeralda (attiva nelle 24 ore). L’aggiudicatario dovrà fornire tre elicotteri tecnicamente attrezzati e il personale di volo e tecnico dotato di adeguata competenza ed esperienza, mentre il personale medico e sanitario sarà a carico del Servizio Sanitario isolano.

(ANSA)

Link del post originale di ANSA: http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2018/02/21/elisoccorso-verso-aggiudicazione-bando_7f4e3a41-2ce0-4ce3-8bef-d7cec0aa1eb9.html

NOTIZIE SUL SITO – 1 marzo 2017

Babcock Mission Critical Services Italia rinomina Inaer Aviation Italia.

Ad oggi, 1 marzo, Babcock MCS Italia rebranding Inaer Aviation Italia.

Tutti gli elicotteri attualmente operati in Italia e all’estero verranno rinominati con il logo blu “Babcock”… e Inaer Aviation Italia scomparirà dal cielo italiano dopo diversi anni di attività. Opereranno una flotta mista di Airbus Helicopters H145 (EC145) e Leonardo Helicopters (AgustaWestland) AW109, AW139, AW169.

Inaer Aviation Italia è stata il risultato della fusione di Inaer (Spagna) (dopo l’acquisizione di Elidolomiti) ed Elilario Italia, successivamente il gruppo ha acquisito anche Helitalia.