QuizVDS Blog

Programma SESAR: Cambiare i cieli dell’Europa

Programma SESAR: Cambiare i cieli dell'Europa
euronews_icons_loading

Il numero di voli nei cieli europei è in costante aumento e il traffico aereo è destinato a crescere di oltre il 50% entro i prossimi dieci anni.

Per gli aeroporti, la sfida è come gestire un così grande aumento di attività garantendo la sicurezza e il comfort dei passeggeri. Ma la rivoluzione della gestione del traffico aereo è già iniziata.

È chiaro che gli strumenti e le strategie di gestione del traffico aereo (ATM) in Europa devono essere migliorati, poiché le operazioni e le procedure attuali non saranno in grado di affrontare lo scenario futuro.

Un’enorme trasformazione tecnologica è già in corso ed è destinata a cambiare profondamente i modelli precedenti.

I nuovi sviluppi del progetto di ricerca europeo SESAR (Single European Sky Air Traffic Management Research program) stanno creando uno scenario nuovo di zecca.

Questi includono, ad esempio, un nuovo modo di gestire i voli tra diversi settori del cielo e persino le torri di controllo digitali. Questi sono in grado di gestire il traffico da remoto.

La prima torre al mondo azionata a distanza presso l’aeroporto di Örnsköldsvik, in Svezia, è controllata dalle strutture di controllo del traffico aereo di Sundsvall a oltre 150 chilometri di distanza. È stato inaugurato nel 2015. Torri simili ispirate alla ricerca SESAR stanno entrando in funzione in aeroporti tra cui Budapest e London City.

Csaba Gergely, Senior ATM advisor di HungaroControl, spiega: “Abbiamo digitalizzato l’osservazione visiva diretta del controller e, attraverso le telecamere, possiamo seguire meglio gli obiettivi che il controller deve monitorare. Le telecamere fisse e mobili sono in grado di tracciare automaticamente i movimenti di gli aerei e i veicoli terrestri”.

In un hub di simulazione piloti e controllori del traffico aereo “virtuali” stanno testando nuove idee sulla gestione del traffico aereo. Oggi lo spazio aereo è suddiviso in vari settori e ogni controllore controlla una parte del cielo attraversata da molti voli. In futuro, i controllori controlleranno diversi aeroplani durante il loro volo.

L’esperta Olivia Núñez AM, SESAR Project, spiega: “L’obiettivo della simulazione in corso qui è indagare su come trovare un modo diverso per migliorare la gestione del traffico aereo non suddividendo il cielo in diversi settori più piccoli a causa dell’aumento del traffico aereo. In questo modo, tutti i controllori possono lavorare su un grande spazio aereo comune, che, nel nostro caso, è lo spazio aereo ungherese”.

Un’indagine sull’impatto umano è inoltre condotta da specialisti insieme a un gruppo di controllori del traffico aereo al fine di comprendere più precisamente la risposta e l’adattabilità dei controllori del traffico aereo.

Si prevede che l’attuazione del programma Sesar avrà una serie di impatti diretti sull’industria del trasporto aereo e sull’ambiente, dalla riduzione dei costi di gestione alla riduzione delle emissioni di C02 fino al 10%. I passeggeri dovrebbero anche godere di meno ritardi e coincidenze perse.

Nei intensi mesi estivi, fino al 10% dei voli in Europa subisce ritardi a causa del controllo del traffico aereo.

Ma alla fine, quali sono i vantaggi per i passeggeri?”

Csaba Gergely afferma che la sicurezza aerea sarà migliorata poiché i controllori del traffico aereo avranno informazioni visive più dettagliate e più esatte.

“Grazie a queste tecnologie, gli aeroporti più piccoli potranno entrare a far parte della rete di aeroporti europei”, afferma. “Tutto questo significa più possibilità di voli in termini di mobilità e connettività per i passeggeri”.

Il processo di modernizzazione sta progressivamente decollando in tutta Europa. E la distribuzione completa è prevista da qui al 2024.

Exit mobile version