euronews_icons_loading

Si prega di notare che questo articolo non è aggiornato. È disponibile l’ultima copertura di Euronews sulla crisi ucraina qui.

L’Ucraina ha chiuso il suo spazio aereo poiché il Paese è stato dichiarato zona di conflitto.

All’inizio di questa settimana, c’è stata una serie di cancellazioni di voli che hanno portato alla notizia. La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha dichiarato che interromperà i voli per l’Ucraina da lunedì, unendosi a KLM che lo ha già fatto. La sospensione di Lufthansa dovrebbe rimanere in vigore fino alla fine di febbraio.

“La sicurezza dei nostri passeggeri e dei membri dell’equipaggio è la nostra massima priorità in ogni momento”, ha affermato un portavoce della compagnia aerea tedesca.

Anche la compagnia scandinava SAS ha sospeso i voli settimanali mentre Air France ha deciso di cancellare i voli del martedì tra Parigi e Kiev come “misura precauzionale”.

Ryanair, la più grande compagnia aerea a volare tra l’Europa e l’Ucraina, ha sospeso tutti i voli per l’Ucraina per 14 giorni.

Le sospensioni dei voli arrivano domenica quando il primo ministro britannico Boris Johnson ha avvertito che la Russia sta pianificando “la più grande guerra in Europa dal 1945”.

Sforzi diplomatici per evitare conflitti

L’esodo è arrivato dopo che due compagnie aeree ucraine hanno rivelato problemi nell’assicurare l’assicurazione per alcuni dei loro voli mentre la Russia ammassa un’enorme forza militare al suo confine.

La Russia e l’Ucraina hanno entrambe accennato a nuovi sforzi diplomatici per evitare il conflitto lunedì, ma la più grande compagnia aerea ucraina ha affermato che i suoi assicuratori hanno già interrotto la copertura per almeno alcuni dei suoi aerei sui voli all’interno dello spazio aereo ucraino.