Che tipo di visione per il futuro non include il ultraleggero?

Apparentemente, i servizi per la pesca e la fauna selvatica degli Stati Uniti. Il 15 ottobre 2015 l’organizzazione ha rilasciato un documento chiamato il “Visione FWS per il prossimo piano strategico quinquennale”. Il piano raccomanda di interrompere completamente l’uso di velivoli ultraleggeri nella conservazione di Whooping Crane.

Il Gru convulsa è alto cinque piedi e sfoggia un piumaggio bianco brillante. Le piume nere hanno un’apertura alare di sette piedi e mezzo. Sia gli uccelli maschi che femmine danno spettacoli elaborati per attirare i partner in primavera. I loro schemi di volo possono assomigliare a quello di alianti viventipoiché si potenziano deliberatamente con le termiche e cavalcano forti venti.

Mai numerosi, nel 1941 vivevano ancora solo quindici gru. Gli sforzi di conservazione sono iniziati allora e hanno avuto successo, con circa seicento gru convulse segnalate Febbraio 2015.

Tuttavia, i velivoli ultraleggeri furono i principali responsabili della sopravvivenza dei grandi voli e delle migrazioni del nuovo stormo di gru. Prendendo il ruolo didattico dei genitori assenti, piloti umani e aerei ultraleggeri hanno insegnato ai principianti le rotte dal freddo al caldo. Senza essere incoraggiati in questo modo, i nuovi gruppi migratori si perdono o semplicemente non migrano affatto.

“I nostri risultati suggeriscono che uno sforzo per ripristinare le popolazioni di gru convulse non è solo uno sforzo per ripristinare una popolazione biologica, ma anche uno sforzo per ripristinare una cultura, in cui la conoscenza viene trasmessa attraverso le generazioni attraverso l’apprendimento, piuttosto che la genetica”, la ricercatrice Sarah Converse ha detto Il National Geographic.

Ora il Fish and Wildlife Service ha deciso che un aspetto critico della vita delle Whooping Cranes, il lungo volo, dovrebbe essere semplicemente interrotto. Come mai?

L’allevamento e il rilascio a guida ultraleggera sono più artificiali e costosi di qualsiasi altro metodo di rilascio attualmente utilizzato e non sembra produrre risultati sostanzialmente migliori.

Questa è una risposta dubbia, anche per la FWS.

Il programma ultraleggero è finanziato privatamente (quindi non è un costo per il Wildlife Service) e meno artificiale di qualsiasi altro modo di insegnarli, afferma Operazione Migrazione. Inoltre, la tecnica fornisce agli uccelli un tasso di sopravvivenza complessivamente più elevato.

È iniziata la reazione contro la decisione del Fish and Wildlife Service. Oltre 2.500 persone hanno firmato il petizione ospitato da MoveOn.org che richiede al Fish and Wildlife Service di riconsiderare e mantenere il programma ultraleggero.

“L’Ultra[light] La metodologia aeronautica è l’unica metodologia che ha portato alla sopravvivenza dei pulcini. Perché dovresti abbandonare una metodologia collaudata[?]” ha commentato un firmatario, Norman St. Amour.

Sebbene espressa in modo approssimativo, è un’ottima domanda. Soprattutto considerando il ruolo fondamentale che l’ultraleggero ha svolto nella protezione della rara e bellissima Gru Whooping americana.