Spirit Airlines ha un problema con la United Airlines all’aeroporto internazionale di Newark Liberty. Il discount ha cercato a lungo le 16 ore di punta delle piste che sono rimaste inutilizzate da quando la Southwest Airlines ha lasciato l’aeroporto nel 2019 e non sta sdraiandosi sulle rinnovate lamentele della principale compagnia aerea.

“Penso che lo United si stia prendendo molte libertà da incolpare [us] per le loro operazioni a Newark”, ha affermato John Kirby, vicepresidente di Spirit per la pianificazione della rete.

La United, con sede a Chicago, nelle ultime settimane ha evidenziato che le cattive operazioni presso Spirit, così come JetBlue Airways, a Newark hanno un effetto negativo sulle proprie operazioni lì. Per come la vede, i concorrenti più piccoli sono la ragione per cui ci sono troppi voli programmati durante le ore di punta e lo United sta spingendo la FAA statunitense a fare qualcosa al riguardo.

Le argomentazioni generali dello United – secondo cui i concorrenti più piccoli sono un problema negli aeroporti congestionati – provengono da un ben consueto playbook utilizzato dalle compagnie aeree storiche di tutto il mondo. Le compagnie aeree globali utilizzano argomenti simili per difendere le loro posizioni di monopolio negli aeroporti da Francoforte a Hong Kong e Londra Heathrow. Secondo la loro misura, hanno costruito le loro posizioni negli slot per decenni sia con che senza l’aiuto del governo e non dovrebbero essere costretti a ridursi semplicemente perché una nuova compagnia aerea vuole l’accesso.

La FAA limita Newark a 79 operazioni di volo all’ora con una classificazione di livello 2 “agevolata”. Tuttavia, quel limite agisce più come un massimo morbido, con diverse ore del giorno regolarmente programmate per più di 79 voli, che come un limite massimo. Newark era controllata dagli slot con un limite massimo di 81 operazioni all’ora fino al 2016.

Indipendentemente da ciò che fa la FAA, Newark è perennemente uno degli aeroporti statunitensi più soggetti a ritardi. Durante l’ultimo decennio, la struttura è stata l’ultima nelle classifiche ufficiali delle partenze puntuali nel 2011, 2012, 2016, 2017 e 2020, e tra le peggiori prestazioni degli altri anni, mostrano i dati del Bureau of Transportation Statistics. La performance di Newark è cambiata poco nei mesi di gennaio e febbraio, gli ultimi mesi per i quali sono disponibili dati.

“La FAA ha regole che limitano l’aeroporto a 79 operazioni all’ora e stanno permettendo alle compagnie aeree di violare tali regole”, ha dichiarato il CEO di United Scott Kirby il 21 aprile. le regole. I due più grandi trasgressori sono Spirit Airlines e JetBlue”.

La sua critica ha fatto seguito a una nota rilasciata pubblicamente dal Chief Operations Officer della United Jon Roitman l’11 aprile che evidenziava le sfide operative. Roitman ha affermato che il vettore ha chiesto alla FAA “trasparenza sugli orari approvati” a Newark e che le regole del regolatore “siano applicate in modo equo e coerente a tutti i vettori”.

Il commento dello United è solo l’ultima salva di una lunga lotta per l’accesso a Newark. Gli orari delle piste del sud-ovest ora in questione sono stati essi stessi ceduti dal vettore come condizione della sua fusione del 2010 con Continental Airlines. Dopo l’uscita di Southwest da Newark, lo United ha spinto le autorità di regolamentazione a ritirare i tempi, citando la congestione. Tuttavia, Spirit ha citato in giudizio alla fine del 2019 e ha vinto la causa l’anno scorso. Il discount ha richiesto le 16 tempistiche in un’asta alla cieca a febbraio ed è in attesa di una decisione da parte del DOT.

“Pensiamo che lo United non voglia la concorrenza”, ha detto John Kirby quando gli è stato chiesto delle lamentele. Per come la vede Spirit, lo United domina Newark e, se vogliono assicurarsi che il numero di voli rimanga al di sotto del limite di 79 operazioni orarie, dovrebbero ridurre le frequenze di un importo proporzionato in base alla loro quota.

JetBlue condivide il punto di vista di Spirit secondo cui lo United sta cercando di eliminare la concorrenza. Un portavoce della compagnia aerea con sede a New York ha definito i commenti di United parte di un continuo sforzo dei vettori principali per “prendere di mira i vettori low cost, che si stanno sforzando di introdurre tariffe più convenienti e la concorrenza necessaria nei loro hub fortezza”. Il portavoce ha affermato che JetBlue segue le linee guida della FAA e ha adeguato il suo programma di conseguenza. Tuttavia, alcune delle riduzioni della compagnia aerea fanno parte di una più ampia serie di tagli ai voli effettuati in risposta ai propri problemi di personale.

Venerdì 6 maggio Newark è in programma con più di 79 voli in due ore: 16:00 e 19:00, secondo gli orari Cirium. Lo United domina entrambe le ore con il 73% delle operazioni durante la prima e il 70% durante la seconda. JetBlue gestisce il 6% dei voli durante entrambe le ore e Spirit meno del 2%.

Lo United dovrebbe operare quasi il 72% di tutte le partenze da Newark nel secondo trimestre, mostra Cirium. JetBlue è seconda con il 6% di partenze e Spirit è quinta con quasi il 4%.

“Se la FAA ritiene necessaria una riduzione per garantire buone operazioni a Newark, noi lo sosteniamo”, ha affermato John Kirby. “Sii equo tra le compagnie aeree”.