Ross Brodie non è il tipico adolescente. Vola con suo padre da quando aveva due anni ed è un vero appassionato di aerei. Non dovrebbe sorprendere quindi che Ross non fosse disposto ad accontentarsi di una tipica festa dei “dolci sedici” all’inizio di questo mese. Invece ha deciso di celebrare il suo sedicesimo compleanno pilotando sedici diversi velivoli in un giorno. Mentre il record è ancora in fase di verifica, la sua celebrazione unica è sicuramente una storia di interesse notizie di velivoli ultraleggeri.

La giornata di inizio gennaio è iniziata con la riunione di amici e familiari presso l’aerodome di Rangitata, in Nuova Zelanda. Alcuni gli hanno persino portato il proprio aereo per fargli volare. Alle 7 del mattino, Ross partì per il suo primo viaggio da solista. Dopo l’atterraggio, ha detto a Timaru Herald giornalista, “È stata una sensazione così speciale venire dopo il mio primo assolo per sapere che qualcosa che volevo fare per tutta la vita, pilotare un aereo da solo, era finalmente accaduto”. Il più giovane che un pilota solista può essere ai sensi della legge neozelandese ha sedici anni. Come possiamo vedere, Ross non ha perso tempo.

I voli includevano molti ultraleggeri: un Cessna 150, un CF Shadow, un Jabiru, uno Stol e un Pioneer 2000. Tutti gli aerei avevano la propria personalità, ha riferito Ross. Farli volare è stato il miglior tipo di celebrazione.

Il suo ultimo volo della giornata è stato in un altro ultraleggero, quello che Ross ha definito un ultraleggero “rag and tube”, un Quicksilver con un motore per tosaerba. Atterrò sano e salvo alle 20:00, ponendo fine alla sua dolcissima festa del sedicesimo compleanno.

Tuttavia, questa non è la fine delle sue aspirazioni aeronautiche. Ross ha in programma di perseguire l’aviazione come carriera, di ingegneria aeronautica e anche di istruzione. Mentre aspettiamo l’ultima parola se questo è stato un vero giorno da record, possiamo tutti festeggiare con Ross, un giovane che ha realizzato il suo sogno.