1 - Considerate le caratteristiche fisiologiche dell'uomo, è possibile eseguire correttamente un volo in nube, facendo affidamento sul solo senso dell'equilibrio?
2 - Che cos'è l'ipossia?
3 - Ad elevate altitudini nell'organismo umano si instaura una situazione alterata, prodotta dalla ridotta pressione di ossigeno. Essa prende il nome di:
4 - Quando sussiste in volo il rischio che il pilota satira di un oscuramento della vista a seguito di manovre che inducono forti accelerazioni?
5 - Durante il volo il corpo umano è sottoposto a vari tipi di accelerazione. Quali vengono meglio sopportate tra quelle positive (testa-piedi) e quelle negative (piedi-testa)?
6 - Quali sono gli effetti dell'ipossia?
7 - Le accelerazioni negative (piedi-testa) corrispondono ad una diminuzione dei 'G' o meglio ad una diminuzione fittizia dell'accelerazione di gravità. Quando si possono manifestare in volo?
8 - La decompressione da alta quota può dar luogo a liberazione di bolle gassose nel sangue, detti emboli. Qual è la condizione in cui questo pericoloso fenomeno può verificarsi con maggiore facilità?
9 - Le accelerazioni positive (testa-piedi) corrispondono ad un aumento dei 'G' o meglio ad un aumento fittizio dell'accelerazione di gravità. Quando si possono manifestare in volo?
10 - Come varia la pressione parziale dell'ossigeno a livello polmonare, al variare dell'altitudine?